come calcolare i tpi

Ogni volta che ci si appresta all’acquisto di una delle parti più importanti della bici, le gomme appunto, ci si ritrova a combattere con la scelta e in principal modo troviamo questo oscuro paramentro il TPI. 60 o 120 TPI????

Per cercare di rendere la vita più facile a qualcuno riporto un’articolo che ho trovato in rete sperando di fare cosa gradita:

TPI indica i fili per pollice presenti nella carcassa; è l’unità di misura della flessibilità delle gomme. Più è basso il valore e più la gomma risulta rigida (ideale per utilizzi FR – DH), piuttosto, se la trama è più fitta (numero di TPI più alto) la gomma sarà più flessibile e dunque adatta ad utilizzi XC -strada. TPI, significa: Tread (filo) Per (per) Inch (pollice = 2.54 cm); Contando il numero di fili che presenti su una lunghezza pari ad 1 pollice si ha il numero di fili per pollice, ovvero TPI. maggiore è il numero di TPI, minore sarà la quantità di gomma presente (a parità di superficie di carcassa). Cosa significa tutto ciò?
Quanti più fili vengono integrati all’interno della gomma della carcassa, tanto minore risulta la quantità di gomma necessaria per riempire gli spazi tra i fili stessi. Di conseguenza risulta che:

Maggiore è il numero di fili presente in 1 pollice di lunghezza, tanto più sottili e flessibili risultano i fili stessi. L’energia viene infatti dissipata in prevalenza durante la deformazione della gomma ed essendoci meno gomma, l’energia che verrebbe assorbita dal pneumatico durante il rotolamento viene invece impiegata nel movimento; ne risulta un notevole aumento della scorrevolezza.

Carcassa ad alto TPI

Più fili per unità di lunghezza
Meno gomma per riempire gli spazi tra i fili
Minore spessore dello strato
Risultato
Peso inferiore
Più flessibilità
Minore resistenza al rotolamento = Maggiore scorrevolezza
Comfort maggiore
Migliore contatto con la strada


Carcassa a basso TPI

Meno fili per unità di lunghezza
Maggior quantità di gomma necessaria per riempire gli spazi tra i fili
Maggiore spessore dello strato
Risultato
Peso superiore
Minore flessibilità
Più alta resistenza al rotolamento
Comfort minore


Sigle Generiche

UST (Universal Standard for Tubeless): Copertone tubeless (senza camera d’aria – come le gomme delle moto/macchine)
LUST (Lightweight Ultimate Sidewall Technology): Copertone tubeless più leggero
Tubolare/Tubular: formato da una camera d’aria interna attorno alla quale è cucito il copertone
Folding: Copertone pieghevole
Non Folding/Wired: Copertone con cerchietto rigido non pieghevole
Tubeless ready: da usare con liquido
Tubeless Light: tubeless leggero
TPI (Threads Per Inch): Indica il numero di fili di nylon (in un pollice quadrato) con cui è creata la carcassa dello pneumatico. Più basso è il numero di fili maggiore è il peso del pneumatico e maggiore sarà la resistenza a punture e strappi. Più alto è il numero minore sarà il peso e maggiore sarà il confort di marcia. Il valore è riferito a tutti gli strati con cui è costruita la carcassa.
EPI (Ends Per Inch): Indica il numero di fili di nylon (in un pollice quadrato) con cui è creata la carcassa. Il valore solitamente è riferito ad un singolo strato di fili con cui è costruita la carcassa.
Single PLY: Spessore della carcassa a singolo strato. Gomma leggera, per contro sarà più soggetta a forature
Dual Ply: Spessore della carcassa a doppio strato. Gomma più pesante ma più resistente a forature
Shore: Scala usata per indicare la durezza della gomma. Il valore può variare tra 0 e 100. La lettera “a” che accompagna il valore indica la punta usata.
ETRTO (European Tyre and Rim Technical Organisation): Indica la larghezza totale del pneumatico in mm. Molto più utile del valore in pollici.
PSI (Pounds per Square Inch): Indica la pressione di esercizio consigliata dalla casa (misura in libbre per pollice quadrato)
KPS/KPa : Indica la pressione di esercizio consigliata dalla casa (misura in chilo Pascal KPa) KPs = PSI * 6.9

Termini

Tallone: L’area del copertone a contatto diretto con il cerchio.
Tallonare/Stallonare: Posizionare il tallone nella sua sede/Farlo uscire dalla sua sede.